L'efficacia della Gelotologia parte V: Comicoterapia e Mielolesi (prima parte)

Il primo progetto ospedaliero di comicoterapia in Italia dedicato agli adulti è stato realizzato ad Ostia Lido, nell'ospedale per mielolesi CPO. Si era nel 1998 e una piccola associazione ( Ridere per Vivere) formata da tre anni ed animata da Leonardo e Sonia con pochissimi Volontari del Sorriso (ben diversi da quelli di oggi) chiese ed ottenne di collaborare con l'Ass. ARVAS e la psicologa dell'ospedale, dott.ssa Magnini, per immettere a 360° la comicoterapia: con il personale, con i parenti e con i degenti, la cui condizione è terribile. Persone "normali", sane, che all'improvviso, a causa di un trauma, sono costrette prima a letto per mesi e poi su di una carrozzina per il resto della vita. Elaborare la morte di una parte di sè; ecco il compito che li aspettava, un compito difficilissimo, forse impossibile. In che modo poteva il RISO aiutare queste persone ? Come inserirlo ? Come essere prima compresi, poi accettati ed infine seguiti nel lavoro ? Nei mesi precedenti l'inizio del progetto, organizzammo alcune "feste del sorriso" : invitavamo dei cabarettisti più o meno famosi e li facevamo esibire nella palestra dell'ospedale...Carmine Faraco, Nino Taranto, Alessandro di Carlo tra gli altri... I degenti, costretti a restare mesi in corsia iniziavano a conoscerci... e a ridere. Poi con la dott. Magnini parlammo con il primario, professor Fletzer dell'intenzione di fare un laboratorio dal titolo "Comicità è salute" (il nostro classico) con infermieri, medici e volontari ospedalieri. Lo tenevamo in un androne dell'ospedale, aperto...era un'"esca" per incuriosire qualche degente...


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square