L'efficacia della Gelotologia parte IV: Miglioramenti Clinici

Dopo avere verificato scientificamente che i clown dottori formati con il metodo Ridere per Vivere operano effettivamente miglioramenti clinici in pediatria e che, dunque, si tratta di una vera e propria "terapia del ridere", la nostra attenzione si spostò sugli adulti. Il dott. A.Trecca, endoscopista rinomato e (allora) segretario dei Giovani Chirurghi italiani ci contattò per inserire la comicoterapia nella sua sala d'aspetto.... Come mai ? Conoscendo le virtù analgesiche del ridere, ci chiese di fare in modo che i PRE-pazienti del suo gabinetto di Roma-San Giovanni potessero calmare il movimento convulso delle proprie viscere e consumare, così, meno Valium. Quando si ha paura uno degli effetti fisici di essa è, appunto, una peristalsi intestinale molto accentuata: gli intestini si muovono talmente tanto che l'endoscopia (o la gastroscopia) risulta impossibile. Ci interrogammo a lungo su cosa proporre in una sala d'aspetto, al cospetto di persone ufficialmente non ancora ammalate, ma terrorizzate dalla prospettiva di avere un "brutto male" ( solo una piccola percentuale in effetti risulta positiva a quell'esame). Scartammo l'idea di presentarci come clown dottori (calzati, truccati e vestiti)... Decidemmo di inviare i nostri clown dottori in incognito, cioè "camuffati" da PRE-pazienti anche loro, con la consegna di creare situazioni comiche. Per intenderci, un po' come candid camera (ma senza la registrazione). Come verifica, avremmo somministrato un questionario alle persone ed avremmo misurato la quantità di Valium usato dal dott. Trecca. La scommessa era: riusciranno le endorfine prodotte dopo le risate ad anestetizzare in parte gli intestini delle persone ? E la distrazione dal focus della paura ( in ipnosi clinica si chiama DISSOCIAZIONE) sarebbe riuscita a calmare quelle stesse persone ? Così "uomo delle misure", "la donna che sbuccia i piselli", il "fidanzato dell' aspirante suicida" (e altri personaggi) si sedevano in sala d'aspetto dando via a situazioni ai limiti del paradosso. La reazione degli astanti era dapprima guardinga, poi apertamente partecipata. Si rideva, ci si interrogava, si ammiccava, si discuteva, si creava persino una piccola , momentanea COMUNITA'... Alcuni, dopo l'endoscopia, tornavano a sedere nella sala d'aspetto trasformata in un happening in incognito ...per vedere come andava a finire...

Il consumo di valium si dimezzò. L'esperimento durò alcuni mesi e , per quanto ci consta, nessuno più lo ha mai replicato.


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate quando non di proprietà dell'autore sono tratte da Internet e considerate di pubblico dominio (è consentita la libera pubblicazione attraverso la rete Internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro).

A.P.S HOMO RIDENS

no profit Orvieto TR Loc. Scalette 11 

TEL. 3287641671
P.IVA 09931191002